Fagioli Zolfini

Fagioli Zolfini

Ingredienti(4 persone)
✔200g fagioli zolfini
✔100g spinaci freschi
✔prezzemolo q.b
✔olio evo q.b
✔sale q.b.

Procedimento
Riempire una pentola di acqua, aggiungere i fagioli precedentemente sciacquati sotto l’acqua corrente, portarli ad ebollizione, aggiungere il sale e terminare la cottura. Nel frattempo mondare gli spinaci e lessarli in una padella con un mezzo bicchiere di acqua. Una volta cotti, scolare i fagioli e lasciarli raffreddare. Riporli in una piccola zuppiera assieme agli spinaci lessati ed il prezzemolo. Aggiungere olio e sale


Dott.ssa Pellegrini Maddalena Biologa Nutrizionista

seguimi su instagram
Pasta ai sapori di primavera

Pasta ai sapori di primavera

Ingredienti(4 persone)
280 grammi di pasta lunga senza glutine (spaghetti o l’inguine)
2 zucchine di medie dimensioni
3 carote di medie dimensioni, 4 pomodori freschi o pelati q.b.
mezza cipolla
menta fresca o essiccata in polvere
pecorino romano
3 cucchiai di olio extravergine di oliva.b.

Procedimento
In una padella far cuocere per alcuni minuti la cipolla precedentemente tritata con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva. Nel frattempo tagliare a dadini le verdure ed aggiungerle alla cipolla. ; scolare la pasta al dente conservando un po’ di acqua di cottura. Far saltare la pasta con le verdure per qualche minuto, aggiungendo la menta e, se necessario, acqua di cottura.
Impiattare e cospargere con abbondante Pecorino Romano.


Dott.ssa Pellegrini Maddalena Biologa Nutrizionista

seguimi su instagram
Pudding semi di chia

Pudding semi di chia

Ingredienti(4 persone)
1 vasetto di yogurt greco magro
80 ml di latte (latte di mucca o vegetale)
1 cucchiaio di semi di chia
1 cucchiaio di sciroppo d’acero
frutta fresca o secca a piacere

Procedimento
Questo pudding va preparato alcune ore prima di consumarlo (alla sera per la mattina o il pranzo…può essere anche un valido sostituto del pranzo, meglio se con aggiunte di cereali)
Unire in una coppetta da macedonia lo yogurt, il latte e i semi di chia. Mescolare il tutto e deporre in frigo per alcune ore.
Aggiungere lo sciroppo d’acero e la frutta.

SEMI di CHIA
Il nome di questi semi in azteco significa forza e sono considerati un vero e proprio super-food.
Ricchi di Calcio, vitamina D, Ω3 e altri sali minerali, conferiscono energia, prevengono l’invecchiamento, regolano la pressione sanguinea, rafforzano ed irrubostiscono le ossa ed aiutano a dimagrire.
I semi di chia infatti hanno la proprietà di gonfiarsi in presenza di liquidi contribuendo quindi ad aumentare il volume del cibo.
Ottimi con latte, yogurt, insalate e qualsiasi altro piatto.


Dott.ssa Pellegrini Maddalena Biologa Nutrizionista

seguimi su instagram
Minestrone con verdure invernali

Minestrone con verdure invernali

Ingredienti

  • brodo vegetale (sedano, carota,cipolla)
  • topinambur
  • lenticchie rosse
  • spinaci
  • scarola
  • catalogna
  • pizzoccheri
  • erbe aromatichea piacere

 

Procedimento

Fai bollire per circa 60’ una costa di sedano, una carota e mezza cipolla. Filtra il brodo così ottenuto e utilizzalo per cuocere le restanti verdure precedentemente mondate e le erbe aromatiche. Cuoci a parte i pizzoccheri ed una volta cotti uniscili alle verdure.


Dott.ssa Pellegrini Maddalena Biologa Nutrizionista

seguimi su instagram
Modena Volley

Modena Volley

Modena Volley e Medica Plus, una partnership… tante discipline

Ha avuto inizio in questa stagione la partnership tra Modena Volley e Medica Plus, poliambulatorio specialistico che negli anni è diventato uno dei punti di riferimento per gli utenti modenesi e non solo. Modena Volley ha inserito all’interno del proprio staff medico ben 4 professionisti che esercitano all’interno di Medica Plus: Mario Puviani, Alessandro Valent, Gabriele Minì e Nicola Ghidini.

Kerakoll

Kerakoll

Partnership con Kerakoll leader mondiale nei prodotti e servizi per l’edilizia sostenibile, il restauro storico e l’interior design

Pausa estiva

Pausa estiva

In occasione della pausa estiva Il Poliambulatorio Medica Plus resterà chiuso dal 10 al 18 Agosto compresi. Dal 5 al 25 di Agosto osserverà un orario ridotto, per info chiamare il numero di tel. 345 8836278 oppure lascia un messaggio in segreteria con nome e numero di telefono e sarai richiamato

Auguriamo a tutti una buona estate
Lo Staff di Medica Plus

LE ONDE D’URTO A MEDICA PLUS! Si arricchisce la dotazione tecnologica del Servizio di Fisioterapia di Medica Plus!!

LE ONDE D’URTO A MEDICA PLUS! Si arricchisce la dotazione tecnologica del Servizio di Fisioterapia di Medica Plus!!

LE ONDE D’URTO A MEDICA PLUS!
Si arricchisce la dotazione tecnologica del Servizio di Fisioterapia di Medica Plus!!
Grazie alla collaborazione con la ditta Sixtus, Medica Plus si è dotata di un moderno apparecchio ad onde d’urto radiali. Le onde d’urto radiali sono onde pressorie ad elevata intensità che vengono generate balisticamente da un sistema pneumatico che accelera ad alta velocità un proiettile verso una testina di emissione, trasformando l’energia cinetica in impulsi pressori.
La terapia ad onde d’urto radiali è indicata prevalentemente nelle tendinopatie inserzionali con o senza calcificazioni, nelle sindromi dolorose miofasciali ed in tutte le patologie dolorose dell’apparato muscolo-scheletrico caratterizzate dalla presenza di punti dolorosi (trigger points).
Quindi è possibile ottenere ottimi risultati ad esempio su spalla dolorosa, fascite plantare: speroni e calcificazioni, tendinopatia rotulea ed achillea, trocanterite, epicondilite, epitrocleite, pubalgia
Il trattamento è mini-invasivo e solitamente non doloroso. Si effettuano un totale di 3-6 sedute, a cadenza settimanale o bisettimanale, in relazione alla patologia.
Per maggiori informazioni o per prendere un appuntamento con il nostro specialista Dott. Alessandro Valent contatta la segreteria del Poliambulatorio Medica Plus
Tel. 059 8396644
info@medicaplus.it
http://www.medicaplus.it/dr-alessandro-valent
La naturalezza del respirare

La naturalezza del respirare

otorino

Gabriele Molteni, medico otorinolaringoiatra, ci spiega i problemi più diffusi in ambito respiratorio e come affrontarli

Respirare è un gesto naturale. Un’azione che eseguiamo quasi senza rendercene conto e che parte dal naso, un organo che si fa carico di diverse funzioni. Tra queste riscaldare, umidificare e purificare l’aria che arriva ai polmoni, senza dimenticarci ovviamente dell’olfatto. Ma quando questo comportamento così semplice diventa difficile a causa di alcune patologie, anche le azioni più elementari possono diventare molto faticose, finendo col peggiorare la salute dell’individuo, in ogni suo aspetto.
“Ovviamente un po’ di catarro nel periodo invernale non spaventa nessuno – ci spiega Gabriele Molteni, chirurgo specialista in otorinolaringoiatria – ma se i disturbi dovessero superare le tre o quattro settimane, è il caso di rivolgersi a uno specialista”.
Dottor Molteni, qual è la sua formazione?
Io sono un medico chirurgo specialista in otorinolaringoiatria, una branca che si occupa delle problematiche legate al naso, alla gola e alle orecchie. Questa branca è molto ampia, occupandosi anche di tutte le problematiche del collo e quindi anche della voce, delle patologie tumorali del collo e della laringe, del naso e del cavo orale. Al momento lavoro presso l’ospedale universitario di Verona, dove svolgo la mia attività ospedaliera, e faccio ambulatorio presso Medica Plus a Modena. Per quanto riguarda la mia formazione ho studiato medicina e mi sono specializzato alla facoltà di Modena. Ho inoltre svolto periodi di formazione all’estero a New York e in Canada, mentre in Italia anche presso l’istituto tumori Regina Elena di Roma.
Quali sono le patologie più diffuse nel suo campo?
Uno dei disturbi più diffusi in questo ambito è la difficoltà a respirare col naso. I motivi possono essere diversi. Dalla classica deviazione settale, alla ipertrofia dei turbinati. Naturalmente può essere un problema allergico (infiammazione della mucosa nasale) legato a un’allergia (rinite allergica) che può portare anche allo sviluppo dei famosi polipi nasali, che non sono altro che delle formazioni benigne infiammatorie che vanno a chiudere lo spazio all’interno del naso.
Come capire quando la problematica è seria?
Il primo passo è eseguire una visita da uno specialista, che grazie all’utilizzo di particolari strumenti, ci permette di valutare caso per caso.
Possiamo infatti osservare sia la parte anteriore del naso, e quindi vedere se è presente una deviazione del setto nasale piuttosto che un’ipertrofia dei turbinati, che il naso nella sua porzione più interna fino alla parte posteriore, e valutare appunto se ci sono polipi, se c’è una coda dei turbinati che è ipertrofica o se ci sono altre formazioni. Se questi esami evidenziano quindi delle formazioni anomale si possono integrare con esami radiologici, che ci mostrano nello specifico anche l’interno dei seni paranasali.
Quali sono i trattamenti consigliati?
La terapia varia in base al problema. Si va dal trattamento medico con spray nasali, a base di sostanze antinfiammatorie come i cortisonici per risolvere allergie, o riniti non allergiche, a trattamenti medici per bocca. Fino a interventi chirurgici, che possono essere di correzioni di una deviazione settale, oppure di riduzione dei turbinati, o interventi ancora più complicati con fibre ottiche all’interno del naso per sinusiti o poliposi avanzate.
Quanto conta la tecnologia nella vostra branca della medicina?
Nel mio ambito molto. Infatti, nell’ottica di una chirurgia meno invasiva che permette di operare senza lasciare segni visibili, si utilizzano
le fibre ottiche. Queste vengono collegate a dei monitor ad altissima definizione, in maniera tale da poter lavorare dall’interno, osservando tutto il campo operatorio grazie
a questi supporti. Inoltre, un tipo di tecnologia che abbiamo a disposizione presso l’ospedale di Verona, ci permette di operare osservando
mmagini in 3D. Quindi guardando un particolare schermo con degli appositi occhiali possiamo muoverci in sicurezza, avendo anche a disposizione il senso della profondità dato da questa attrezzatura di ultima generazione.

Per maggiori informazioni contatta la segreteria del Poliambulatorio Medica Plus 059 8396644
info@medicaplus.it